Cura quotidiana della barba

In caso di barba corta e ben definita può essere utile scegliere un pettine da barba per la cura quotidiana. Il pettine è più pratico e in grado di districare i nodi più piccoli tipici di una barba non troppo lunga. In caso di un taglio più lungo, l’ideale è optare per una spazzola da barba. Quest’ultima aiuta a distribuire i prodotti come oli per barba o cere emollienti su tutta la parte interessata.

Quali prodotti usare se si ha la barba riccia

 La barba riccia è più ispida, crespa e difficile da gestire e potrebbe favorire prurito e fastidi. Per ovviare a questi disturbi è importante affidarsi a un buon olio da barba, soprattutto in fase iniziale di ricrescita per attenuare le possibilità di irritazione. A questo va poi associato pettine o spazzola da utilizzare mattino e sera. Ottimo puntare su oli da barba a base di estratti naturali come olio di mandorle, d’argan, di cotone o di avocado.

Quanto e quando è importante usare l’olio da barba?

 L’olio da barba è utile in fase di crescita per idratare la pelle, renderla più morbida e quindi favorire una corretta fuoriuscita del pelo dal bulbo pilifero. Non bisogna però esagerare e soprattutto, in caso di pelle sensibile, è importante scegliere dei prodotti adatti e acquistati in farmacia con il supporto di un esperto dermatologo. Per il mantenimento, bastano due/tre gocce da applicare sulle mani e successivamente sull’intera barba con un leggero massaggio per favorire il corretto assorbimento degli attivi.

Per mantenere un aspetto ordinato e professionale è necessario spazzolare la barba accuratamente tutti i giorni. Questo processo permettere di scongiurare la formazione di nodi e aiuta a distribuire il sebo cutaneo su tutta la barba dall’attaccatura fino alle punte, per un effetto più luminoso e meno crespo.