Coronavirus: come disinfettare gli smartphone

La regolare pulizia dello smartphone è una regola igienica da rispettare non solo in tempi di coronavirus. Da tempo ricerche internazionali hanno infatti dimostrato che gli schermi degli smartphone presentano una concentrazione altissima di germi e batteri. 

Nel 2015 uno studio dell’Università della California del Sud affermò che lo schermo è addirittura più sporco di una tavoletta del water, almeno 7 volte di più.

La ragione è semplice: ogni volta che prendiamo il telefono, trasportiamo con le nostre mani i germi da una superficie all’altra. E qui si impone forte la regola igienica di lavarsi le mani. Comunque e sempre.

Coronavirus e smartphone: c’è una relazione?

Va detto che non esiste al momento alcuna relazione avvallata da studi. È stato detto infatti che il coronavirus può sopravvivere su alcune superfici per ore o giorni ma che tuttavia non rappresentano queste la principale via di diffusione.

Come pulire lo smartphone?

L’utilizzo di disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone.

Ma attenzione: non usare disinfettanti “fai da te”, utilizza salviette disinfettanti che eliminano il 99% dei germi e mantengono il prodotto costantemente igienizzato.

Scegli una salviettina imbevuta di alcol isopropilico al 70% o salviette disinfettanti clorate e usala per pulire delicatamente le superfici esterne.

Alcune avvertenze:

  • Non usare candeggina, spray aerosol, ammoniaca, acqua ossigenata, detergenti per vetri.
  • Evitare che l’umidità penetri nelle aperture
  • Non immergere il prodotto in prodotti detergenti

Prodotti adatti per la pulizia sono disponibili in Farmacia.